Chi Sono

Sono nata (e questo è già qualcosa) in Liguria, in un piccolo paesino che fa provincia, ma che non conosce nessuno. Per dare un’idea di quanto sia sconosciuta, c’è molta gente convinta che le macchine targate “IM” abbiano un errore di ortografia o che siano state invertite le lettere a “MI”. Ma per quanto se ne dica, Imperia esiste e fa provincia. Ancora. Nonostante si sia parlato di accorparla alla provincia di Savona. Forse per via delle lamentele degli automobilisti imperiesi che vengono presi per milanesi cretini. Chissà. Ad ogni modo, all’età di 18 anni, ho capito che la mia strada fosse altrove. In verità era da mo’ che avevo capito che la mia strada fosse altrove, e neanche in Italia. Laggiù, da qualche parte all’estero. Con la voglia di spaccare il mondo.

Fu così che mi trasferìì a Genova. Non era proprio all’estero, né una città che mi ispirava fiducia e simpatia. Neanche il pesto mi è mai piaciuto così tanto. Il fatto vero, è che sono finita in mezzo a gruppi di gente genovese e non è stato neanche poi così malvagio.

Sono arrivata in questa città portuale sola, con gravi difficoltà a stare al mondo, con nessuna idea di cosa volesse dire la parola convivenza e con neanche la minima base informatica matematica per poter affrontare il mio percorso di studi.
tumblr_lgdjmemdUK1qe8zsto1_400

7 anni dopo, sono andata via da Genova più o meno nelle stesse condizioni, guadagnandoci solo probabilmente una sociopatia più grave.

Si fa per scherzare, s’intende. La mia fortuna è quella di non prendermi mai troppo sul serio.

Ho tanti hobby, forse troppi. Mi entusiasmo facilmente e faccio spesso più cose contemporaneamente. Con questa politica non è sempre facile ottenere ottimi risultati ma la verità è che se mi appassiono alle cose, se le faccio davvero con il cuore, le porto a termine sempre con discreto successo.

Ho molti pensieri per la testa e questo mi dà la possibilità di non concentrarmi su cose che mi annoiano o che faccio per automatismo. Nella mia monotonia ho sempre bisogno di stimoli diversi, che non è detto debbano venire dall’esterno. A volte solo il pensiero di fare qualcosa senza farla, mi rallegra. Sono una persona semplice.

Da qualche anno vivo a Bologna. All’estero basta, ho smesso. Qui e ora sono felice.

Sonia V.